Cartolina. La depressione del Dollaro


Poiché la globalizzazione zoppica, non c’è da stupirsi che il dollaro inciampi, essendo quest’ultimo nientemeno che la lingua franca della finanza internazionale. La pandemia, fra i tanti danni, ha spinto al ribasso le quotazioni del biglietto verde per molte ragioni, non ultima la circostanza che se ne sono visti meno in circolazione, malgrado i governi di tutto il mondo, a cominciare da quello che emette i dollari, abbiano allentato ogni forma di pudore fiscale e monetario. Il dollaro si è indebolito insieme all’economia americana e globale, proprio mentre l’Ue approvava suo Recovery fund. Sicché la svalutazione è stata più profonda verso l’euro, rispetto alle altre monete. La depressione Usa si è aggravata con l’euforia europea. Finché dura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.