Cronicario: Cara Ocse ti scrivo così mi distraggo un po’. F.to Padoan


Proverbio del 15 febbraio Un nemico intelligente è meglio di un amico stupido

Numero del giorno: 2.217,7 Debito pubblico italiano in miliardi a fine 2016

Cara Ocse ti scrivo, così mi distraggo un po’, e siccome oggi non sei molto lontana – anzi stai a Roma con la compagnia cantante, dolcemente ti scriverò.

manoceihescrive

Da quando sei partita da Parigi per venire a Roma c’è una grossa novità: l’anno vecchio è finito ormai, col pil cresciuto dell’1%, ma qualcosa ancora qui non va.

pil-italia

Si esce poco la sera, persino quando è festa, perché le persone tesoreggiano il denaro e non vogliono fare un bel niente, né spenderlo né investirlo. Anzi c’è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra perché gli hanno detto che ci stanno invadendo gli immigrati, gli agenti del fisco e i creditori esteri preoccupati per il nostro debito pubblico.

debito-pubblico

Si sta senza parlare per intere settimane, nel senso che si discute del congresso del Pd, della legge elettorale e robe simili, e a quelli che hanno niente da dire, cioé i politici e i chiacchieroni globali rimane sempre il tempo di sparare minchiate su Twitter.

cazzari

Per fortuna alla televisione hanno detto che il 2017 porterà una trasformazione e tutti quanti stanno già aspettando che si torni a votare, visto che non sappiamo fare altro. Dicono che dopo le elezioni sarà tre volte Natale, usciremo dall’euro e ci rientreremo di nuovo, così facciamo contenti tutti e festeggiamo tutto l’anno. I poveri cristi disoccupati scenderanno dalla croce grazie al reddito di cittadinanza che pagheremo in miniassegni degli anni ’70 e anche i cervelli all’estero faranno ritorno.

spesa-r-es

Vedi caro Ocse cosa si deve inventare per continuare a sperare? Purtroppo l’anno che sta arrivando fra un anno passerà, e le previsioni tue e di altri dicono che sarà un po’ come questo, con un po’ di crescita,

piccola

le sofferenze bancarie

sofferenze-bancarie-ita

e quelle burocratiche,

insolvenza-ita

l’evasione fiscale,

evasione-ita

il lavoro che va così così

lavoro-ita

l’istruzione vagamente disastrosa.

istruzione

Io mi sto preparando ad emigrare, questa è la novità. Anzi, cara Ocse, visto che ho già lavorato da te, non è che avresti uno strapuntino? Parlo un ottimo inglese e francese. 

Rimango il tuo affezionato Pier Carlo Padoan.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...