La Chat di Crusoe con @liukzilla: I salari Usa pronti ad accelerare


Questa settimana Crusoe (C) si è piacevolmente intrattenuto con bondZilla (B) @liukzilla

C Buongiorno. Vorrei cominciare con due dati di giornata. Il primo è relativo alla Germania, dove i prezzi all’ingrosso sono aumentati del 4% a gennaio 2017 rispetto a gennaio 2016. Il secondo è relativo agli Usa, dove i prezzi alle importazioni e alle esportazioni sono ai massimi da quattro anni. Siamo all’alba dell’arrivo dell’inflazione?

B Buongiorno a te. Devo ammettere che certi dati di inflazione sulla filiera, produzione, ingrosso e in parte al consumo, iniziano ad alzare la testa. Per dire che stiamo entrando in un nuovo regime inflazionistico però servono altre conferme. La maggior parte del contributo di questi indicatori proviene dalla componente energetica: basti pensare che il prezzo del petrolio in euro è salito del 80% durante gli ultimi 12 mesi.

C Ad esempio quali conferme?

B Le conferme devono provenire dalle dinamiche domestiche dei redditi, quindi alla dinamica del PIL nei vari paesi. Negli USA, per esempio, la dinamica del mercato del lavoro suggerisce una situazione in cui l’inflazione può essere un tema nell’arco dei prossimi 12/24 mesi.

C Da quello che vedo non è che i dati sulla dinamica del pil siano brillanti. L’ultimo dato che ho trovato è quello del Giappone, siamo intorno all’1% di crescita nel 2016.

B Il Giappone merita sempre un discorso a sé: alcuni indicatori del mercato suggeriscono un forte mismatch fra domanda e offerta mentre la dinamica salariale rimane modesta.

C Mentre negli Usa, se non ricordo male, la dinamica delle retribuzioni è alquanto robusta, più o meno sempre al di sopra della produttività. Per questo pensi che ci possano essere segnali inflazionistici nei prossimi 12/24 mesi?

B Credo che negli USA siamo vicini alla “cuspide” della curva di Phillips. Vale a dire il momento in cui domanda e offerta di lavoro portano ad una significativa accelerazione della dinamica dei salari. Anche osservando altri indicatori che in passato mostravano difficoltà a fa incontrare domanda e offerta, adesso sembrano coerenti con una sostenibilità dei livelli occupazionali con salari più alti.

Il resto della Chat è disponibile su Crusoe. Per leggerlo è necessario abbonarsi. Tutte le informazioni le trovi qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...