Cartolina: La cognizione del debitore


Sarà pure una baldoria, quella dei debitori, come la rappresenta il Fmi descrivendo l’abbuffata di debiti che in meno di vent’anni ha cambiato la fisionomia del mondo. Ma è una festa che ha per sottofondo una musica triste. Ogni tanto qualcuno piange persino e chissà perché si tende a pensare che toccherà sempre a qualcun altro trovarsi d’improvviso sepolto dalla montagna dei propri debiti. Figuriamoci se capita a noi. E così la montagna cresce ogni giorno, obbligazione dopo obbligazione, e la festa continua. Gli osservatori titolati usano aggettivi sempre più letterari – fragilità, vulnerabilità – per qualificare ciò a cui ci espone questo stato di cose. Ma al tempo stesso magnificano la crescita di chi ce la fa, trascurando di ricordare che tale successo molto deve alla tendenza a prendere a prestito anche quando il buon senso del padre di famiglia lo sconsiglierebbe. Siamo una società ricca e fragile che ha sviluppato la cognizione del debitore. Che se la gode. Finché dura.

Annunci

  1. Gianni Ercolani

    …il fatto è che alla fine della sbornia, chi si è indebitato a goduto.

    Chi ha risparmiato resterà fregato.

    In parole povere : con questo sistema il crimine paga.

    Il sistema è organizzato per espropriare i risparmiatori.

    Come italiani non possiamo neppure lamentarci di non essere stati avvertiti: abbiamo tutti letto Pinocchio e siamo stati messi in guardia nei confronti del gatto e della volpe.

    https://it.wikipedia.org/wiki/Le_avventure_di_Pinocchio._Storia_di_un_burattino#Pinocchio,_derubato_dal_Gatto_e_la_Volpe,_finisce_in_prigione

    Chi avesse ancora speranze nelle giustizia è stato avvertito che il derubato finisce in prigione.

    Lungo la strada il burattino incontra ancora una volta il Gatto e la Volpe, che lo convincono nuovamente a sotterrare i quattro zecchini nel Campo dei miracoli. Pinocchio sotterra le monete d’oro: il Gatto e la Volpe fanno finta di andarsene e invitano il burattino a tornare lì dopo venti minuti, il tempo necessario perché gli zecchini si trasformino in alberi carichi di monete. Pinocchio si reca allora nella vicina città degli Acchiappa-citrulli in attesa che trascorrano i venti minuti, ma quando torna sul posto viene a sapere da un vecchio pappagallo che durante la sua assenza il Gatto e la Volpe hanno scavato, hanno preso le monete e sono scappati via. Disperato, si rivolge a un giudice, un vecchio gorilla, per denunciare il furto, ma questi paradossalmente lo condanna alla prigione. Quattro mesi dopo l’Imperatore del paese, per festeggiare una grande vittoria militare, concede un’amnistia a tutti i condannati. Pinocchio, essendo innocente, rischia di rimanere in galera, ma riesce a cavarsela dichiarandosi un malandrino.

    Niente di nuovo sotto il sole !

    Gianni

    Mi piace

  2. Gior

    In effetti occorrerebbe ricordare ogni giorno 2 tomi: I promessi sposi e Pinocchio. Li, c’e’ quasi tutto il vissuto della modernita’, anche cio’ che avresti pensato non ti sarebbe potuto accadere. Penso che l’Ercolani abbia molta ragione e la quotidianita’ presenta molti elementi a favore della tesi. Io vedo sempre di piu’ falliti ricchi consapevoli e poveri falliti confusi. La delinquenza non e’ disciplina a se’, altro, sostituisce la struttura del vero.

    Approfitto di questo spazio per proporre un possibile futuro argomento:
    – l’Italia in decrescita strutturale da inizi anni ’60. http://www.lordshipstrading.com/2013/09/italian-btps-economic-reasoning-to-short.html

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.