L’impero dei videogames colpisce ancora


Come ogni anno, in questi tempi di festività, ti sarai trovato a far la fila in uno dei tanti negozi di aggeggi elettronici per comprare il gadget di fine anno per te, i tuoi familiari o i tuoi amici, ed è assai probabile che nel tuo carrello ci sia finito una console, l’ultima versione di Fifa, o magari quel tal gioco che hai scoperto al cinema, perché ti hanno detto che la storia di quel film tanto avvincente era stata concepita sul desk di uno sviluppatore software specializzato in videogames. In ogni caso, avrai compiuto la missione: soddisfare la tua pulsione. E soprattutto avrai contribuito alla crescita di uno dei settori più vigorosi dell’economia mondiale: l’Impero industriale dei videogames.

Quest’ultimo è il più giovane e insieme il più dinamico del vasto settore dell’entertainment, per la semplice ragione che coinvolge lo spettatore nello spettacolo, trasformandolo nel regista di un film girato da lui stesso. Il progresso tecnologico, che ha consentito questa evoluzione, è il driver principale di questa evoluzione che si declina non solo nella costruzione di device sempre più potenti, ma nell’uso sempre più massiccio della rete, come luogo di aggregazione e condivisione. L’agorà virtuale dei maniaci della console è in crescita costante, e include persone di tutte le età e di ogni censo. Videogiocare, intendendo con ciò qualunque attività ludica che implichi il coinvolgimento attivo di una persona tramite un device più o meno collegato a internet, è semplicemente il futuro dell’entertainment globale.

Due circostanze cospirano per il raggiungimento di questo risultato. La prima, squisitamente economica, è il costo contenuto di questi dispositivi. Per diventare un videogiocatore bastano poche centinaia di euro che pressoché chiunque nei paesi avanzati può permettersi. La seconda, squisitamente sociale, è la gran quantità di tempo libero che lo sviluppo economico ha garantito alle persone. Occupare il tempo libero è il business principale della nostra epoca. Lo è stato sin dal secondo dopoguerra, lo è ancora adesso e, grazie al progresso tecnologico che ha moltiplicato occasioni e strumenti, lo sarà assai più in futuro.

Per leggere il resto di questo articolo devi abbonarti a Crusoe. Tutte le informazioni le trovi qui. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...