Anche gli Usa entrano nel Grande Gioco dell’Artico


Era solo questione di tempo prima che gli Stati Uniti decidessero di partecipare al Grande Gioco ormai avviatissimo nell’Artico. Secondo alcuni resoconti gli Stati Uniti avrebbero infatti intenzione di investire massicciamente nella costruzioni di navi rompighiaccio per fare in qualche modo concorrenza ai russi che da tempo sono impegnati nella costruzione di natanti del genere. Attività che, come abbiamo visto, ormai è stata avviata anche in Cina. La decisione di investire sulle rompighiaccio sarebbe contenuta nel maxi pacchetto sulla difesa da 717 miliardi approvato dal Congresso che da seguito concreto alla strategia Usa che individua nella Cina e nella Russia, non a caso impegnate nell’Artico, le principali minacce emergenti.

La scelta degli Stati Uniti arriva con un certo ritardo di cui gli Usa sono certamente consapevoli, visto che il tema è stato più volte oggetto di interventi del Pentagono. Al momento gli Usa dispongono di una sola rompighiaccio, la Polar Star, che ha più di quarant’anni. Ne esistono altre due ma una è praticamente fuori servizio e un’altra, la Healey, viene usata a scopi scientifici, come d’altronde l’unica rompighiaccio cinese in servizio permanente nell’Artico. Le rompighiaccio russe al contrario, sulle quali Mosca sta investendo parecchie risorse, navigano da mesi lungo le rotte artiche, a cominciare dalla NSR (Northern sea route), e di recente è stato completato anche il primo trasporto di gas liquefatto dalla penisola di Yamal alla Cina a bordo di una di queste imbarcazioni.

Il programma Usa prevederebbe l’acquisto di sei rompighiaccio per un importo pari a 800 milioni di dollari, che dovrebbero essere completate per il 2023. Per allora anche la Cina dovrebbe aver completato il suo programma di costruzioni di rompighiaccio nucleari. Da qui a cinque anni, insomma, l’Artico sarà molto più caldo. E non solo a causa del clima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.