Cronicario: Ci estingueremo, ma con la flat pax


Proverbio del 20 giugno L’eccesso di nettare è un veleno

Numero del giorno: 42,1 Quota % italiani 20-34enni sovra-istruiti rispetto alla loro occupazione

Siccome le ottime notizie abbondano nel nostro meraviglioso paese, oggi mi voglio rovinare e ve ne dico due insieme. Anzi: crepino l’avarizia e i vincoli Ue: ve ne dico persino tre. La prima è la migliore: finalmente ci stiamo estinguendo.

Ci stiamo mettendo un po’ troppo, è vero. Però le ultime dall’Istat sono rassicuranti. Il capo dell’istituto giura che stiamo vivendo una crisi demografica che ricorda quella del 1917-18, quando oltre alla guerra contribuì a sterminarci pure la spagnola, che non era un commissario Ue (ancora non c’erano: nostalgia canaglia) ma un’influenza. Oggi che ci sono pure i commissari Ue speriamo di far meglio. E infatti ce la stiamo mettendo tutta. Per dire: nel 2018 sono nati circa 439 mila bambini, 140 mila in meno rispetto al 2008. Ciò malgrado solo il 5% degli intervistati dichiari che di avere figli proprio non ha voglia. Dal che uno potrebbe pensare che l’altro 95% non veda l’ora. Senonché poi si scopre che il 45% delle donne fra i 18 e i 49 anni (dato 2016) non ha figli.

La lenta estinzione dell’italica stirpe – ormai è chiaro a tutti – è il modo più intelligente che abbiamo trovato per non ripagare il debito pubblico, visto che le speranze di abbatterlo con la crescita del pil – e questa è la seconda buona notizia – sono ridotte al lumicino. Sempre Istat, nel suo rapporto annuale, dice che è probabile che nel secondo trimestre la crescita sarà negativa. Col che finalmente penetriamo il senso profondo di certi annunci del nostro beneamato governo.

Ma siccome le gioie non finiscono mai, ci pensa il nostro VicePremier Unoemezzo a mettere la ciliegina sulla torta della nostra dolcissima estinzione. Gli bastano due paroline magiche ormai capaci di evocare gioia e felicita: flat tax. “Noi vogliamo abbassare le tasse, soprattutto con la flat tax per famiglie monoreddito, partite Iva, artigiani, piccoli imprenditori. Per redditi fino a 65mila euro ci sarà l’aliquota del 15%, fino a 100mila euro del 20%”.

Ora non voglio ripetere cose che già sapete. Ma ricordarle si.

In pratica se si adottassero le aliquote promesse, il governo avrebbe davvero fatto il miracolo di far estinguere il prelievo fiscale ancor prima di noi. Il che, ne converrete, è meraviglioso: potremo spendere i nostri ottocento e passa miliarducci l’anno senza più avere la seccatura di preoccuparci delle entrate. E soprattutto finalmente  si realizzerà la profezia contenuta nel sacro contratto di governo.

Con la flat tax, finalmente trasformata in flat pax finalmente ci estingueremo felicemente. RIP.

A domani.

 

 

 

Annunci

Un Commento

  1. Gior

    Si, e siamo il terz’ultimo paese in Europa per percentuale di laureati, Figuriamoci se fossimo stati il primo. Penso che questo dato dipenda in buona parte dall’assenza dello stato e da fattori strutturali. Ci siamo sviluppati nel dopoguerra con l’industria manifatturiera; cioe’ siamo stati cinesi d’Europa ma poi sono arrivati i veri cinesi. Con un tasso di sostituzione del personale nello stato di 1 a 3 e la riduzione di programmi di sviluppo e investimenti, com’e’ possibile sostenere l’occupazione? Ricordo poi che queste e altre altre vicende odierne hanno come punto d’origine una data: il 1981, l’anno dell’inizio della grande rapina.
    Questa evidenza e’ negata da vari esperti, e molti italiani non ne sono consapevoli. Infatti se ne dicono di ogni e a vanvera e i capri espiatori strumentali a scopi politici si sprecano. Da quando lo stato ha tagliato di tutto e si e’ privatizzato di tutto (secondi solo al Giappone nel mondo) con la promessa che cio’ sarebbe servito a ridurre il debito, sotto minaccia dell’eccessiva spesa primaria (mai successo), il debito ha continuato ad aumentare. Certamente il 2007 ha inciso molto, avendoci colto in condizioni di debolezza piu’ di altri paesi.

    Hai letto di questi dati? Chi sta comprando case in Italia? Potresti farci un pezzo. https://www.wallstreetitalia.com/sono-imprenditori-e-pagano-in-contanti-identikit-di-chi-investe-nel-mattone/ In effetti ho sempre pensato che a comprare le seconde case di Cortina fossero gli stradini che stanno lavorando qui sotto a casa mia.
    Ovviamente l’ulteriore buco creato dalla riduzione del gettito fiscale verra’ ripianato con tagli a sanita’, scuola, personale, servizi……perche’ lo stato spende troppo (mai successo)!!! Il fatto e’ che la flat tax premia proprio gli unici che stanno comprando case. Dicetecelo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.