L’ombra della Bri cinese si allunga dall’Ungheria in Italia


La recente firma di un accordo fra il governo ungherese e il Friuli per l’acquisizione di un pezzo del porto di Trieste potrebbe segnare di fatto l’ingresso dalla finestra dell’Italia nelle linee di collegamento commerciali che la Cina sta costruendo da quando ha lanciato la sua Belt and Road initiative. Non è certo un caso che di recente il presidente della Regione Friuli si sia affrettato a dire che al porto triestino sono interessate anche alcune aziende americane. In tempi di contesa per l’egemonia, meglio far capire subito che non si parteggia per nessuno.

Molti si chiederanno cosa c’entri la Cina con l’investimento ungherese. Ma solo perché magari hanno dimenticato che la Cina è praticamente la padrona di casa del porto del Pireo, ma soprattutto è la grande sponsor di un progetto che cuoce lentamente sul fuoco della diplomazia internazionale: il land-sea express passage, che dovrebbe collegare il porto del Pireo proprio con l’Ungheria. Un progetto del quale di quando in quando emergono aggiornamenti, per lo più sui notiziari specializzati. Il che rende la lettura di queste cronache particolarmente complessa e tuttavia necessaria per intuire l’evoluzione delle strade della globalizzazione che sono inevitabilmente politiche, oltre che economiche.

L’Ungheria, infatti, terra tagliata fuori dal mare, ha un disperato bisogno di porti ed è insieme un luogo di passaggio importante per le merci che arrivano dal Sud Europa.

Il grafico sopra esprime meglio di ogni commento il senso dell’iniziativa cinese. Il Pireo è già diventato un hub straordinario per le merci che arrivano da Suez, ed esiste già un collegamento ferroviario fra l’Ungheria e l’Italia. L’ingresso del paese magiaro nel porto italiano diventa la terza variabile di una sistema logistico che inevitabilmente legherà insieme la Cina, l’Ungheria e il nostro paese. La qualcosa farà bene alla nostra economia. Se poi giovi anche al nostro posizionamento internazionale è tutto da vedere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.