Cronicario: E adesso godetevi l’inflazione


Proverbio del giorno La fame non impedisce il sonno, i litigi sì

Numero del giorno: 3,1 Aumento % dei salari reali in Russia su base annua

Vi diranno che è normale. Che dipende dal petrolio e anzi la Bce nel suo ultimo Bollettino ha già fatto i conti. Ci sarà un’impennata primaverile dei prezzi a causa dello schiaffone arrivato dall’energia, ma poi la curva dei prezzi si ammoscerà già in autunno. Avremo un’inflazione normale. Sarà sicuramente vero: intanto beccatevi i broccoletti aumentati del 20% e la benzina a rischio aumento+accise. Poi si vedrà.

campacavallo

L’Istat infatti ha confermato che a gennaio 2017 i prezzi sono saliti dell’1% su base annua, in aumento rispetto alla stima dello 0,9, raddoppiando rispetto a dicembre. Poi vi diranno che c’è inflazione e inflazione: quella di fondo, quella armonizzata, quella di Pippo, Pluto e Paperino. Rimane il fatto che aumentano tutte, chi più chi meno. E questa seccatura farà sicuramente piacere a chi ha debiti, a cominciare dal governo, un po’ meno a chi ha comprato i BtP all’unovirgola di qualche tempo fa.

mannaggiaipuffi

Ma tranquillizzatevi: non siamo solo noi. Sempre oggi Eurostat ha rilasciato la sua bella tabellina.

eurostatinflazione

Vedete, noi siamo nella parte bassa. Sono i paesi dopo il rosso che adesso inizieranno ad agitarsi.

Dai diversamente europei arriva un’altra notizia che piacerà a coloro che aspirano a diventarlo: il Pil dell’UK del quarto trimestre 2016 è stato rivisto al rialzo dello 0,1%, è arrivato allo 0,7%.

piluk2

Ma la notizia non è questa. La notizia è che la revisione al rialzo è conseguenza del conteggio più accurato dell’output delle industrie manifatturiere, mentre la crescita è dovuta soprattutto alla forte domanda interna dei consumatori e della produzione nei servizi. Insomma: l’UK fa l’UK, e riesce pure a farla bene. Domani chissà. La legge per l’avvio della Brexit ha già fatto il primo passaggio nella camera dei Lord. Auguri.

Poi, siccome questa è la settimana del mattone (non ve l’avevo detto?) vi segnalo le ultime statistiche immobiliari pubblicate dalla Bis. Ma non fatevi ingannare dal grafico.

bisprezzicase

Perché a guardarlo così sembra che in fondo i prezzi siano ancora bassi. Ma poi se guardate quest’altro…

prezzibiscanadacase

Nel terzo trimestre 2016 i prezzi in Canada sono cresciuti del 13% e in Brasile sono crollati di più del 20.

vabene

Per concludere, ricordo a tutti i poveri derelitti che si sentono orfani di qualunque cosa, che sono proprietari di una Banca, e neanche di una banchetta: di una Banca maiuscola. L’ha detto Salvatore Rossi a Floris. “Bankitalia è degli italiani, senza alcun dubbio”. Provate a chiedere un appuntamento.

A domani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...