La Chat di Crusoe con @EnricoVerga: Il new normal del commercio internazionale


Questa settimana Crusoe (C) si è piacevolmente intrattenuto con Enrico Verga (E) @EnricoVerga

(C) Buongiorno Enrico. Questa settimana parliamo di globalizzazione, prendendo spunto da un capitolo molto interessante sul tema contenuto nell’ultima relazione annuale della Banca dei regolamenti internazionali. La globalizzazione è sotto accusa e qualcuno dice che sia in crisi. Ma tu la vedi questa crisi?
(E) Dipende da cosa si intende per accusa e crisi. La crisi economica che stiamo vivendo è frutto di una crisi finanziaria estinta nel 2008. Si Sa che l’economia reale arriva sempre dopo. Tuttavia invito a prendere atto di un indice commerciale chiamato Dry Baltic Index. In tale indice si nota che l’attuale stato è il “normale” che si è protratto con oscillazioni dal 1985 al 2004.
(C) In realtà mi riferivo alle accuse alla globalizzazione come pratica. Molti contestano gli esiti ai quali ci avrebbe condotto. Altri osservano che sia su un percorso di arretramento, se confrontiamo le percentuali di crescita del commercio di questi sette anni con la media dei sette precedenti. Provo a dirla in altro modo: moriremo globalizzati?
(E) Detta brutalmente di qualcosa si deve morire. Scherzi a parte, il percorso basato sui passati 7 anni è per forza in arretramento. Se osserviamo questo indice notiamo che stiamo tornando alla normalità: da una realtà iperpompata dalla finanza speculativa americana. C’è da dire che la bolla speculativa delle case (che ha innescato l’intero processo) è solo uno dei quattro maggiori tipi di debito americani che sono stati nel tempo cartolarizzati e venduti in tutto il mondo. I quattro debiti sono in ordine di dimensione: case, debito universitario, auto e carte di credito. La prima è semi-scoppiata le altre tre no. E se osservate, in America c’è una violenta crisi delle “delinquenze” sui prestiti auto e i debiti scolastici sono allo stesso livello. Noterete che il picco precedente era durante la crisi. Quindi parlare di commercio internazionale in crisi è si corretto se paragonato a sette anni fa, ma se paragonato ai decenni precedenti parlerei più di una normalizzazione.

Il resto della Chat è disponibile su Crusoe, una newsletter che si può leggere solo abbonandosi. Tutte le informazioni le trovi qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...