Cronicario: L’Ape s’impenna, Mps va alla Grande Guerra


Proverbio del 18 dicembre Chi vede il leone corre più veloce di chi l’ha solo sentito

Numero del giorno: 5.000.000.000 Surplus commercio estero Italia a ottobre

Ognuno festeggia quel che può di questi tempi. E siccome viviamo tempi vagamente grami, ecco che tocca accontentarsi di quel che passa il convento politico, di questi tempi grami in grande spolvero per i saldi finanziari di fine anno.

E’ così: è il bello della politica e chi dice il contrario è un moralista fegatoso oppure uno che non è mai finito all’attenzione amorevole del governo e dei suoi derivati. Quindi peggio per lui e meglio per quegli altri. A cominciare da quei 20 mila che grazie a due spicci messi sul piatto – un piatto di lenticchie secondo il Baffino nazionale – andranno in pensione anzitempo caricandosi in massa sull’Ape social, il marchingegno per il quale gli altri vanno in pensione e noi più o meno giovinastri paghiamo. L’Ape ha festeggiato con una bella impennata: doveva portare 31.000 passeggeri nel 2018 e invece saranno 50.800, il 64% in più.

Ora non date retta, perché la vera notizia del giorno è l’audizione del beneamato Padoan, la nota evoluzione del ministro Padoa, che è stato ascoltato a labbra pendule dai parlamentari che indagano sull’orrore bancario dell’ultimo decennio. E qui il nostro ha dato il meglio di sé. Per dire: eh sì, sulle banche venete la vigilanza è stata insufficiente, ma ha agito in un contesto difficile, mentre il paese non poteva andare contro la Ue. Essì è vero che non è andato tutto bene però abbiamo fatto del nostro meglio…

No davvero sono good fellas questi banchieri. Sentite che dice l’Ad di Mps – la nostra banca – relativamente al percorso di recupero di redditività dell’istituto senese: “E’ come la guerra del 15-’18, si sposta il sacco di pochi metri e poi magari si torna indietro”.

Capito l’andazzo. Ma state sereni: con Mps lo stato farà un ottimo affare. Chi lo dice? sempre lui, l’uomo dal Monte. All’anagrafe Piercarlo.

A domani.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...