Etichettato: previsioni ocse inverno 2023

Cartolina. L’inverno che verrà


L’inverno sta arrivando, perciò. Ma non è di quello che inizierà fra meno di un mese che dobbiamo preoccuparci. Piuttosto di quello che comincerà fra tredici, a dicembre del 2023, quando i serbatoi di gas saranno meno pieni di oggi e avremo un anno di inflazione in più sulle spalle, che ci avrà deprivato ulteriormente di potere d’acquisto. L’anno che verrà, specie se la maledetta guerra dei russi contro gli ucraini non terminerà, non porterà grandi novità, e tutti quelli che di mestiere fanno previsioni lo ripetono da tempo. I tempi saranno più freddi e lenti, e i nostri salari di conseguenza. Saranno tempo dispendiosi, con l’economia in glaciazione. Le formiche potranno prendersi la loro rivincita sulle cicale. Ma sarà una soddisfazione fugace. Perché anche le formiche, nel loro piccolo, si incazzano. Per l’inverno del 2023 è probabile.

Pubblicità